PST: Terapia a Segnali Pulsanti

L’avanguardia della Terapia a Segnali Pulsanti nel poliambulatorio di Gallarate

Una terapia innovativa e indolore per Artrosi e Osteoporosi

Rigenerazione della cartilagine mediante la PST

Il problema
Oltre 15.000.000 italiani soffrono di dolori alle articolazioni, ai tendini, legamenti, muscoli e alla colonna vertebrale. Gli esperti sanitari considerano il mal di schiena una malattia dei nostri tempi, proprio come l’artrosi, che ormai colpisce una persona su quattro (25%). La maggior parte delle volte queste malattie sono il risultato di una sovrasollecitazione cronica, mancanza di movimento e usura data dall’età, oppure traumi sportivi o incidenti. La conseguenza può essere l’assenza prolungata dal lavoro e spesso le attività sportive diventano una vera sofferenza. Però, la cosa più grave non è rappresentata dai dolori, ma dal fatto che fino a oggi non si riusciva a far rigenerare la cartilagine lesa: le cure si limitavano alla somministrazione di analgesici ad alto dosaggio, fisioterapie e operazioni chirurgiche, metodi che mirano ad alleviare il dolore per un determinato tempo, ma non a stimolare la crescita della cartilagine consumata.

La soluzione possibile
La terapia della PST è in grado di stimolare il nostro organismo a rigenerare i tessuti cartilaginei e gli altri tessuti connettivi tanto che, dal 1996 in Germania ed Austria, questa terapia fisica innovativa viene praticata da oltre 350 centri.
La cartilagine ricopre la superficie delle articolazioni e consente il movimento senza attrito, producendo campi magnetici che a loro volta sono responsabili della rigenerazione e della funzionalità cartilaginea. In seguito all’usura data dall’età, o a lesioni dei tendini, dei legamenti e della cartilagine, questi campi elettrici vengono alterati e di conseguenza viene pregiudicato il processo di rigenerazione fisiologico.
Ed è proprio su questo processo che la tecnologia PST agisce, simulando i segnali naturali che i tessuti necessitano per rigenerarsi, stimolando la capacità di rigenerazione del nostro organismo.
Prima si inizia con la terapia PST, maggiore è l’efficacia: ciò significa che allo stadio iniziale di un’artrosi ci sono più possibilità che la cartilagine si rigeneri quasi completamente. Con PST si possono curare perfino i sintomi della dolorosissima poliartrite (infiammazione di più articolazioni), inoltre PST favorisce e accelera i processi di guarigione in caso di fratture.
La terapia, sviluppata dal medico e biofisico americano di origine tedesca dr. Richard Markoll, è indolore, non invasiva e senza effetti collaterali conosciuti. La tecnologia PST (Terapia a segnali Pulsanti).
 
Qualità della vita significativamente migliore
La terapia viene praticata da terapisti specializzati dopo una visita completa iniziale in uno degli oltre 500 centri terapeutici PST in Europa, compresa l’Italia. A seconda della corporea da trattare, i pazienti vengono sottoposti a sedute di 1 ora per 9 o 12 giorni consecutivi così da riattivare i processi fisiologici di riparazione, fino alla remissione dei sintomi. Questa metodica fisiologica e non aggressiva si sta affermando anche tra gli sportivi professionisti in quanto adottata per alleviare il dolore e per migliorare la mobilità in caso di traumi sportivi e nelle sintomatologie dolorose delle articolazioni e della schiena. A seconda dei tipi di patologia, il 70-80% dei pazienti ha riscontrato un netto miglioramento della mobilità, una notevole diminuzione del dolore, fino a raggiungere in parte l’eliminazione totale del disturbo. 

Indicazioni per la terapia PST
PST può essere adottata per qualsiasi patologia e lesione dei legamenti dell’apparato locomotore, soprattutto nei casi di artrosi, lesioni sportive, sintomatologie dolorose articolari e dolori di schiena, nonché patologie delle parti molli circostanti. 
Qui di seguito elenchiamo le indicazioni principali:

Collo, zona cervicale, testa: patologie degenerative dell’intera colonna, delle articolazioni, dischi vertebrali, artrosi, colpo della strega, sciatica, irrigidimento muscolare, colpo di frusta, traumi in genera.
Spalla, gomito e mano: patologie articolari inseguito ad usura (cosiddette degenerative) e/o infiammazione (artrosi, artrite), sintomatologie dolorose alla spalla, come dolori ai tendini e alle inserzioni muscolari, tendinite calcifica, instabilità gleno-omerale ed entesopatie quali epicondilite (gomito del tennista), epitrocleite (gomito del golfista) e tenosinovite.
Anca: patologie degenerativa coxo-femorale, artrosi (soprattutto usura causata da degenerazione articolare), sintomatologie dolorose nelle zone di inserzione del tendine, borsite a livello del grande trocantere.
Ginocchio: patologie degenerativa ed infiammatoria delle articolazioni (artrosi e artrite), sindrome da sovraccarico, lesioni a livello della patella, dolori al menisco.
Articolazione del piede e tibio-tarsale: infiammazioni del tendine di Achille, spina calcaneare, disturbi derivanti da piedi piatti traversi.

Come funziona PST?
Ciascuna articolazione è circoscritta da un campo elettrico. Questo campo bio-elettrico serve anche alla rigenerazione continua della cartilagine e dei tessuti connettivi: nei pazienti che soffrono di artrosi o che hanno subito un trauma alle articolazioni, questo campo è alterato, di conseguenza la ricostruzione della cartilagine non funziona più e la malattia progredisce inesorabilmente.

Segnali che il corpo capisce
PST aiuta i meccanismi di auto riparazione dell’organismo e favorisce la rigenerazione naturale attraverso un manicotto aereo in cui i segnali pulsanti vengono trasmessi alla parte da trattare con una determinata forma del segnale (tecnologia PST).
In questo modo le cellule della cartilagine vengono stimolate senza provocare effetti collaterali conosciuti.
Una seduta dura 60 minuti e deve essere ripetuta per 9 o 12 giorni consecutivi. Solo i terapisti specializzati e abilitati possono eseguire la terapia PST.
Tutti gli apparecchi terapeutici PST sono prodotti medicali omologati e rispondono alla normativa europea EN 46001.

Una domanda frequente è: “Ci sono differenze tra PST e le diverse terapie che agiscono basandosi sui campi magnetici, e quali sono le caratteristiche di PST?”
Una differenza importante sono i campi che i diversi apparecchi terapeutici producono. La comune terapia a campi magnetici spesso usata con tappetini a campo magnetico e apparecchi mobili a campi magnetici, agisce con un campo magnetico a corrente alternata. 
Questo non corrisponde ai campi magnetici naturali a corrente continua.
La terapia a campi magnetici pulsanti, lavora si con corrente continua, ma gli impulsi elettrici sono normalmente di intensità e durata uniformi. Dunque non corrisponde ai segnali dell’organismo (figura 2).
PST funziona diversamente: con PST i sistemi a manicotto dell’apparecchio trasferiscono i segnali elettromagnetici alla cartilagine dell’articolazione compromessa e corrispondono per intensità, durata e frequenza ai segnali prodotti dall’organismo. Quindi sono adattati biologicamente ai tessuti della cartilagine (figura 3) e possono essere captati dalle cellule stimolandole a iniziare la rigenerazione del tessuto compromesso. Così il tessuto può rigenerarsi e inoltre, grazie alla produzione della sostanza fondamentale intercellulare cartilaginea, garantire la funzionalità della cartilagine stessa. Per questo meccanismo è stato concesso il brevetto US6,52,233 nonché quello EP111939B1 (brevetto europeo) con il titolo “Elektromagnetice Stimulation von Knorpelgewebe” (stimolazione elettromagnetica del tessuto cartilagineo) con la terapia PST.
Gli apparecchi PST con i loro particolari segnali sono brevettati negli USA e in diversi paesi europei, tra l’altro in Germani e in Austria, e di conseguenza sono protetti.

Controindicazioni
Pace-Maker cardiaco, Gravidanza, Amiloidosi, Artrite infettiva, Morbo di Paget, Sarcoidosi, Sclerodermia, Tumori delle articolazioni, Tumori

HAI ANCORA QUALCHE DUBBIO? 
LEGGI LO STUDIO CONDOTTO DALL’UNIVERSITA’ TOR VERGATA DI ROMA 
(Clicca qui per scaricare lo studio)

Per saperne di più sulla terapia PST, contattaci telefonicamente o scrivici una mail a info@centromedicomedisana.it
Share by: